SISTEMA IBRIDO HYB – EX

I sistemi ibridi HYB-EX di Caldaie Ravasio vantano le migliori strategie per massimizzare i rendimenti di produzione del calore, utilizzare fonti rinnovabili e ridurre le emissioni inquinanti; l’ELETTRONICA EX incorporata permette di sfruttare al meglio le caratteristiche tipiche delle due tecnologie utilizzate: condensazione/pompa di calore; il sistema sfrutta l’evaporazione mista ad aria esterna (fonte rinnovabile) o ai fumi di caldaia (calore, altrimenti perso, riconvertito invece all’impianto) e permette il raggiungimento di temperature di mandata di 75°C rendendo, di fatto, il sistema adattabile a tutte le tipologie di impianti di riscaldamento.

PLUS DI PRODOTTO è l’impiego di uno scambiatore di calore sui gas di scarico della caldaia che, prelevando il calore ancora disponibile ai fumi a contatto col processo di evaporazione del ciclo frigorifero, massimizza il COP della pompa di calore e rende possibili efficienti cicli di defrost.

Il sistema è costruito come unico prodotto FACTORY MADE che, come chiesto da normativa, permette l’accesso agli incentivi statali.

I componenti dell’assieme sono scelti per conseguire le maggiori performances, una lunga durata, bassa manutenzione, costruiti da produttori nazionali fin dove possibile.

Il sistema IBRIDO HYB-EX è gestito interamente dall’elettronica che, valutando le condizioni climatiche esterne, sceglie la strategia di funzionamento:

· solo pompa di calore

· caldaia + pompa di calore con recupero sia aerotermico sia dai fumi

· caldaia + con pompa di calore e solo recupero dai fumi. 

Nelle mezze stagioni l’elevatissima efficienza della pompa di calore viene sfruttata appieno, raggiungendo efficienze superiori al 300%. Al diminuire della temperatura esterna viene chiamata a funzionare la caldaia per integrare il calore mancante, dai cui fumi caldi viene sottratta tutta l’energia ancora contenuta, ottenendo valori di efficienza ancora superiori al 200% (il rendimento ai fumi aumenta di circa l’1% ogni 2,7°C di riduzione della loro temperatura). Al raggiungimento di temperature esterne rigide, l’elettronica valuta la convenienza al mantenere ancora attiva la pompa di calore con evaporazione ad aria esterna, oppure se diminuirne la potenza, producendola tuttavia ad efficienza più alta, con evaporazione ai soli fumi di caldaia e quindi con rendimento più elevato. Nelle condizioni di media e bassa temperatura viene effettuato, quando necessario, il ciclo di defrost, utilizzando il calore residuo dei fumi di caldaia, abbandonando quindi i costosi cicli ottenuti mediante inversione o resistenza esterna.

Tutto ciò comporta una gestione ottimale del rendimento stagionale di sistema, elevandolo in maniera pratica ed intelligente.

Si sottolinea l’importanza dei sistemi ibridi in impianti con produzione di acqua calda sanitaria centralizzata dove, grazie anche all’integrazione con fotovoltaico, si possono conseguire, nel periodo estivo, produzioni praticamente gratuite.

Oltre alle motivazioni fin qui addotte, i sistemi HYB-EX sono particolarmente utilizzabili nei contesti in cui la potenza elettrica disponibile non sia elevata e cioè non in grado di soddisfare la richiesta termica, poiché il sistema di monitoraggio della potenza elettrica entrante limita a quella disponibile, quella utilizzata dal sistema.

Rimani aggiornato sulle ultime news

Iscriviti alla nostra newsletter